Uno dei problemi maggiori che mi vengono esposti più frequentemente e che effettivamente risulta particolarmente invalidante per la persona che ne soffre riguarda i disturbi, a carico delle articolazioni e del tessuto osseo.

Proprio ieri infatti mentre parlavo con un caro amico viene fuori che soffre di costanti e continui dolori alla schiena che erano diventati talmente forti da costringerlo ad assumere degli antinfiammatori (brufen). (oltre il danno la beffa)

Alla mia tipica domanda come stai con l’intestino, mi riferisce di disturbi come gonfiore addominale, stitichezza alternata a dissenteria (diarrea), meteorismo e difficoltà digestive, tutte manifestazioni di una disbiosi intestinale (disequilibrio tra batteri buoni e cattivi).

Perchè per me ovviamente la componente alimentare gioca SEMPRE un ruolo nella eziologia e nel decorso di una condizione patologica.

Ed è ovviamente ciò mi viene riconfermato da un recentissimo studio pubblicato sulla rivista Sports da ricercatori della Waseda University, del Waseda Institute of Sports Nutrition e del Japan Institute of Sports Sciences in cui si parla in maniera netta ed esplicita di “Asse intestino-osso” nel migliorare la salute delle ossa in giovani atlete.

Ed anche se purtroppo per molti medici, fisiatri, ortopedici, nutrizionisti, dietisti, fisioterapisti, personal trainer questa può essere fantascienza, in realtà questa non è una novità.

Perchè i potenziali benefici per la salute ossea dei prebiotici sono stati segnalati per la prima volta molti anni fa e sono legati ai cambiamenti indotti nel microbiota che si traducono nella produzione di acidi grassi a catena corta (SCFA).

Questi SCFA diminuiscono il pH all’interno del colon, migliorando la solubilità del calcio presente. Il calcio viene quindi assorbito meglio nel corpo prevenendo forme di artrosi e di osteoporosi.

E concludono i ricercatori basterebbero solo dodici settimane di consumo di un integratore prebiotico per migliorare la salute delle ossa.

Mi fermo qua, perchè come molto spesso accade COMBATTO con i mulini a vento della cattiva informazione, dell’approsimazione della superficialità ( purtroppo spesso anche della classe medica) e sentire e vedere tante persone in difficoltà e allo sbando mi rattrista.

Ma non mi arrenderò, io vi troverò, vi integrerò e vi salverò.

Fonte:

https://www.nutraingredients.com/Article/2021/07/02/Prebiotics-may-improve-bone-health-in-female-athletes?utm_source=newsletter_product&utm_medium=email&utm_campaign=12-Jul-2021&cid=DM972055&bid=1645982544&fbclid=IwAR349a3wZ7ar48QOZTU2gqUzOZ6SQRU9dZXriEacl-FqP7NXkI9NiyYsguo

Dott. Atanasio De Meo
Farmacista;
Dottore in Scienze e Tecnologie del Fitness e dei Prodotti della Salute;
Diploma di Master in Nutrizione Clinica;
CEO BIOINTEGRA 3.0 SRL

BIOINTEGRA 3.0
Viale Ofanto 188/c – 71122 Foggia
tel. 0881379418 – 3924600170
email. [email protected]
sito web: www.biointegratrepuntozero.com