SISTEMA IMMUNITARIO E SPORT – LINEE GUIDA PER IL SUPPORTO IMMUNOLOGICO

,
Sistema immunitario

Sistema immunitario: cos’è?

Il sistema immunitario è costituito da una serie di processi, mediatori e strutture biologiche che hanno il compito di proteggere  l’organismo dalle infezioni causate da virus, batteri o funghi.

SISTEMA IMMUNITARIO E SPORT

Race 932254 1280

Negli atleti si può assistere ad alterazioni o soppressioni di alcune componenti del sistema immunitario, che possono avvenire in maniera spontanea o in seguito a determinate situazioni; pertanto, soprattutto per questa categoria di soggetti, risulta fondamentale rafforzare il sistema immunitario.

Infatti, le recenti Position Statement dell’ISEI (International Society of Exercise and Immunology) hanno messo in evidenza come, soprattutto l’attività sportiva di endurance (maratona, ultramaratona, triathlon ecc.) possa essere in grado di inibire il sistema immunitario, soprattutto nei soggetti predisposti; questo può avvenire sia durante le gare che durante gli allenamenti e la preparazione atletica.

Al contrario,  l’esercizio fisico regolare di moderata entità, è in grado di stimolare positivamente il sistema immunitario, andando ad esercitare un effetto protettivo sull’organismo.

L’OPEN WINDOW (OW) è una finestra temporale, all’interno della quale, virus e batteri hanno facilmente accesso all’organismo; questa situazione di ridotta sorveglianza immunologica che può durare dalle 3 alle 72 ore, è stata correlata ad un’intensa attività sportiva.

Diversi studi epidemiologici, hanno messo in evidenza che il 35-56% degli atleti di endurance, sia maggiormente suscettibile ad infezioni del tratto respiratorio superiore (URTI: Upper Respiratory Tract Infection), in particolare febbre e mal di gola, nelle due settimane successive all’evento sportivo.

Tuttavia, affinché si manifestino le infezioni, è necessaria la presenza di una o più situazioni contingenti, tra cui la malnutrizione, l’esposizione a nuovi patogeni, scarso riposo, stress psicologico, scarso recupero post-allenamento.

LINEE GUIDA PER IL SUPPORTO IMMUNOLOGICO

Alla luce di ciò, risulta chiara l’importanza di rinforzare e stimolare il sistema immunitario. In particolare, per gli atleti risulta fondamentale seguire delle semplici linee guida per il supporto immunologico, ossia:

  1. Seguire un regime dietetico adeguato per tutto l’anno, assicurando appropriate quantità di tutti i nutrienti (macro e micronutrienti), avendo cura di inserire la giusta quantità di carboidrati, proteine e grassi, in funzione dello sforzo fisico.
  2. Evitare carenze di energia, proteine e alcuni micronutrienti (rame, ferro, manganese, magnesio, selenio, zinco, vitamine A, C, D, B6, B12 e acido folico);
  3. Prestare particolare attenzione alla nutrizione, pre, durante e post gara ma, soprattutto, alla gestione dei pasti durante la settimana e nelle gare ravvicinate.

VITAMINA C E VITAMINA D – PREVENGONO LE INFEZIONI DELLE ALTE VIE RESPIRATORIE

Tablets 5620566 1920

Di particolare importanza è l’assunzione di Vitamina C, che si è dimostrata in grado di ridurre l’immunodepressione dovuta all’esercizio fisico intenso e di attenuare la riduzione dei linfociti, causata dall’esercizio fisico, e prevenire le infezioni delle alte vie respiratorie.

Uno studio clinico ha osservato che la supplementazione di 500 mg di vitamina C negli atleti, per 21 giorni prima della gara,  conferiva una una riduzione del numero di casi di infezioni delle alte vie respiratorie (15,9%) rispetto al placebo (40,4%).

Oltre a ciò, la supplementazione di vitamina C di 1000 mg/die ha favorito l’aumento della conta dei linfociti, in seguito ad esercizio fisico e, attenuato l’aumento di sostanze infiammatorie.

Diversi studi, inoltre, hanno dimostrato che bassi livelli sierici di vitamina D sono associati a infezioni del tratto respiratorio superiore (URTI),tra cui influenza, broncopneumopatia cronica ostruttiva e asma allergico.

Pertanto avere adeguati livelli di vitamina D, protegge sia dalle infezioni batteriche che da quelle virali ed è in grado di attivare la funzionalità di alcuni tipi di globuli bianchi, i linfociti, che hanno un ruolo cruciale nella difesa da tutte le infezioni virali, compresa la Covid-19.

Per questo suggeriamo, ai nostri atleti e non solo, di utilizzare in associazione sia la Vitamina C che la Vitamina D,

Per conoscere quali prodotti utilizzare, il corretto dosaggio e le  modalità di assunzione, vieni a trovarci da BIOINTEGRA 3.0

FONTI:

Prietl, Barbara, et al. “Vitamin D and immunefunction.” Nutrients 5.7 (2013): 2502-2521.

Hemilä, Harri, and Elizabeth Chalker. “Vitamin C for preventing and treating the common cold.” Cochrane Database of Systematic Reviews 1 (2013).

Moreira, A., et al. “Nutritional modulation of exercise-induced immunodepression in athletes: a systematic review and meta-analysis.” European journal of clinical nutrition 61.4 (2007): 443-460.

 

ARTICOLI CORRELATI

VITAMINA D E FRATTURE OSSEE: UN VALIDO AIUTO

L’ENNESIMA CONFERMA DELL’USO DEI PROBIOTICI PER PREVENIRE E COMBATTERE L’INFEZIONE DA CORONAVIRUS

Affaticamento muscolare: le cinque cause della riduzione della performance sportiva

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.